Homepage

Convocateci dal vivo
Image is not available

Sito dell'assemblea nazionale permanente delle Lavoratrici e dei Lavoratori dello Spettacolo italiano. Per la tutela dei diritti dei Professionist* della Cultura, dell'Arte e dell'Intrattenimento. Strumento per dar voce a tutte e a tutti.

Proteggi i tuoi diritti
Image is not available

Nasce la prima rete intersindacale RISP dedicata al mondo dello spettacolo e della cultura, uno strumento utile ed indispensabile da aggiungere alla cassetta degli attrezzi, per continuare a costruire un cammino comune fatto di lotte e rivendicazioni e per riuscire a conquistare i diritti finora negati.

Il 𝗠𝗔𝗡𝗜𝗙𝗘𝗦𝗧𝗢 𝗔𝗥𝗧𝗘 𝗖𝗨𝗟𝗧𝗨𝗥𝗔 𝗘 𝗦𝗣𝗘𝗧𝗧𝗔𝗖𝗢𝗟𝗢
Image is not available

La nostra concezione del mondo in cui la cultura ha un ruolo chiaro e fondamentale. È questo modello percorribile e sostenibile, il nostro argine all’ingiustizia sociale, la nostra organizzazione, la nostra visione e ispirazione...finalmente adesso è a disposizione per la fruizione pubblica.

previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Chi siamo

Perchè dobbiamo unirci?

Siamo tecnici, impiegati e artisti, siamo scenografi, musicisti e attori, siamo drammaturghi, maschere, facchini, siamo i lavoratori dei teatri, dei service, delle compagnie.
Dal 23 Febbraio siamo a casa senza percepire alcun reddito e senza sapere se e quando ricominceremo a lavorare.
Siamo stati tra i primi a perdere il lavoro in conseguenza della crisi sanitaria e ora insieme a centinaia di migliaia di precari ci troviamo senza stipendio.
Le assurde condizioni di precarietà in cui da sempre siamo costretti a vivere e l’assenza di tutele non permettono alla grande maggioranza di noi di accedere alle misure di sostegno previste dal governo.
E’ necessario da subito un REDDITO DI CONTINUITA’, universale per tutte e tutti, per far fronte a questa emergenza senza precedenti.
Serve lo stop al pagamento di affitti e bollette, per dare una risposta immediata a chi ha perso la possibilità di lavorare.
E’ necessario che tutti i lavoratori dipendenti, anche intermittenti, possano accedere alla cassa integrazione in deroga.
E’ necessario bloccare i licenziamenti per almeno 2 anni, come è necessario garantire il rinnovo dei contratti per i prossimi 2 anni a tutti gli stagionali e agli scritturati.
Non facciamo ricadere la crisi sui più deboli, sui lavoratori con meno tutele. Su tutti coloro che grazie alle poliche sul lavoro degli ultimi decenni, sono costretti a lavorare in una zona grigia non regolamentata e senza diritti.

Richiesta di incontro

Alla c.a.del Presidente Emanuele Bevilacquadei componenti del Cdadell’Ufficio di Direzione Egregi,con la presente la scrivente O.s richiede un incontro urgente […]

Tavolo permanente per lo spettacolo

📣📣📣AFFRONTARE L’EMERGENZA: LA NOSTRA PROPOSTA! Come annunciato, RISP – Emergenza Continua, è stata convocata a partecipare al “Tavolo permanente per […]